Utilizzare Bootstrap Studio per realizzare template WordPress

Oggi il mercato nel mondo del Web richiede che vengano realizzati template grafici accattivanti in tempi brevissimi, perché la disponibilità dei clienti ad investire grossi budget è sempre più limitata e la competizione con le grandi aziende che offrono soluzioni automatizzate “fai da te” incide in maniera determinante.

Normalmente le Web Agency acquistano template già pronti, adattandoli alle richieste del cliente, esistono centinaia di siti specializzati che offrono template moderni e completamente personalizzabili a prezzi abbordabili, fra i $40 e gli $80.

La domanda che mi sono fatto è: “esiste uno strumento economico per realizzare velocemente template unici per WordPress senza ricorrere all’acquisto di software preconfezionato?

Per verificare questa ipotesi, mi sono avvalso della collaborazione di una collega: Maria Rumori che ha portato brillantemente a termine un mio corso di Web Design e successivamente ha completato un tirocinio all’interno della Web Agency dove lavoravo.

Durante il tirocino abbiamo pensato di utilizzare un tool appositamente progettato per creare template HTML5 / CSS3 basato su Bootstrap, questo tool si chiama Bootstrap Studio e ha un costo di licenza base di $29 per verificare la possibilità di rispondere alla domanda che mi ero fatto.

Maria ha ideato un design volutamente semplice ma fresco e accattivante realizzandolo interamente con Bootstrap Studio, progettando tutte le pagine standard che devono essere presenti in ogni tema WordPress: Home, single, page, archive, ecc.

Una volta esportato l’HTML e tutti gli asset necessari, mi sono occupato di applicare il codice PHP necessario al funzionamento del tema in WordPress. Per questa operazione ho scelto di utilizzare un tema “naked” che fosse quanto più possibile adattabile ma allo stesso tempo contenesse già quel minimo di struttura per non dover riscrivere da zero le caratteristiche base dei temi WP. Il tema che ho scelto è disponibile su GitHub a questo indirizzo: https://github.com/edouardl/minimal-blank-theme

La trasformazione è stata piuttosto semplice anche se ha richiesto una serie di aggiustamenti che hanno portato via alcuni giorni di lavoro. In definitiva la soluzione adottata è senz’altro valida per progetti piuttosto piccoli, per progetti più complessi suggerisco strumenti più sofisticati come ad esempio: Pinegrow

Ringrazio Maria per la collaborazione e spero che la nuova veste di questo blog piaccia ai lettori!