P4A 3 Framework: La nuova release 3.2.0, realizzare una maschera con una riga di codice e tabella editabile

by: spadamar27-12-2008

screenshot della grid di P4A 3.2.0

screenshot della grid di P4A 3.2.0

La nuova versione del framework PHP P4A si presenta nel “versioning” con un salto di minor di 2 punti (da 3.0.3 a 3.2.0). Questo indica che le novità sono molte e significative. Forse Fabrizio e Andrea erano in vena di regali natalizi…! Strano, però che non ci sia stato ancora un annuncio ufficiale, io l’ho scoperto quasi per caso. Avevo letto in questo post di Andrea che il lancio era imminente, ma non mi sarei aspettato di trovare nell’area download di sourceforge il pacchetto P4A 3.2.0 già disponibile. Siccome le nuove caratteristiche mi stuzzicavano, l’ho subito provato.

Fra le novità più rilevanti c’è il cambio di tipo di licenza che passa dalla AGPL3 alla LGPL3. Non sono un esperto in materia, e non so dirvi molto. Da quanto ho capito si tratta di una differenza formale che regolamenta l’utilizzo e interazioni fra Librerie, Applicazioni e Lavori combinati.

Passando alle note tecniche, a parte una serie di patch e fix che risolvono alcuni bug, le novità più interessanti sono due. Una è quella del nuovo widget P4A_grid. Si tratta in pratica di una tabella editabile, molto utile per modificare singoli campi senza dover per forza utilizzare il fieldset e la toolbar.
La P4A_grid eredita dalla P4A_table tutti i metodi e le proprietà, in aggiunta presenta i seguenti:

  • void autoSave ()
  • void getRows ($num_page, $rows)
  • void preChange ([$params = null])
  • void saveData ($obj, $params)

Non ho avuto tempo di provare tutto, ma ecco un piccolo test con una tabella di prova per un’ipotetica gestione fatture:

1
2
3
4
5
6
7
  // grid
  $this->build("p4a_grid", "grid")
  ->setWidth(600)
  ->setSource($this->source)
  ->setVisibleCols(array("numero", "descrizione", "cliente"))
  ->showNavigationBar()
  ->autosave();

Il risultato è quello della immagine in alto, chiaramente il campo “lookup” non è editabile, ma il risultato è comunque fantastico. Se poi ci fosse la possibilità di riconoscere automaticamente i campi boolean e renderizzarli con una ckeckbox, e le “lookup” in select sarebbe ancora meglio! (dal post di Andrea sembra che la cosa sia già in cantiere…) Se avesse a disposizione anche un metodo per aggiungere record e cancellarli, sarebbe davvero perfetta, benché con un poco di codice e l’utilizzo dei metodi newRow() e deleteRow() questo dovrebbe essere già possibile.

Dulcis in fundo una piccola chicca, che trovo fantastica!
La possibilità di generare un’intera maschera con tutte le funzionalità per interagire con una tabella, scrivendo due sole righe di codice:

1
2
3
4
5
6
7
8
class test_clienti extends P4A_Base_Mask
{
	public function __construct()
	{
		parent::__construct();
		$this->constructSimpleEdit("clienti");
	}
}

Ma forse due righe sono troppe… ecco come fare scrivendone una sola!

1
2
3
4
5
6
7
8
class test_clienti extends P4A_Simple_Edit_Mask
{
 
	public function __construct()
	{
	 parent::__construct("clienti");
	}	
}

Questo il risultato in uno screenshot:

screenshot della P4A_Simple_Edit_Mask

screenshot della P4A_Simple_Edit_Mask

Nel primo caso utilizzo un nuovo helper (oggetto comodissimo particolarmente per il riutilizzo del codice) che si chiama: P4A_Mask_constructSimpleEdit() e nel secondo una classe che deriva da P4A_Base_Mask

Ci sono numerose altre novità come le migliorie nel comportamento dei CSS, la maggiore aderenza agli standard XHTML ed altri ancora che sono elencati nel file CHANGELOG.

Conclusioni

In attesa della presentazione ufficiale, mi sono permesso di elencare i due aspetti che più mi sono piaciuti! Lunga vita a P4A!

Riferimenti ed approfondimenti: